Skip to Content

Agropoli: iniziativa per valorizzare il pannello ceramico della scuola “Landolfi”

Il comitato “Spirito Francescano” punta a valorizzare il pannello ceramico presente sulla facciata dell’edificio del I Circolo Didattico “Gino Landolfi” di Agropoli. L’opera rappresenta San Francesco che predica ai pesci.

L’artista che l’ha realizzato è Diana Franco, nata a Napoli nel 1929; è da considerarsi una “figlia d’arte”, in quanto suo padre Manfredi (Lecce, 5 marzo 1883- Roma, 18 nov. 1968) era un noto intellettuale, architetto e artista, « nonché direttore dell’Accademia di Belle Arti e Architettura di Napoli e Perugia, direttore del Circolo Artistico. Negli anni ’40 frequenta l’Istituto d’Arte e l’Accademia di Belle Arti di Perugia, allieva del futurista Gerardo Dottori. All’inizio degli anni ‘50 si abilita all’insegnamento di arte, pittura e ceramica presso il Magistero di Napoli dove ascolta le preziose lezioni di Storia dell’Arte di Vasco Pratolini che renderanno ancora più profondo il suo coinvolgimento e amore per l’Arte. Per circa 35 anni, è titolare della cattedra di Discipline Pittoriche, insegna pittura, disegno dal vero, educazione visiva ed è titolare del laboratorio di ceramica – Istituto d’Arte Palizzi, Napoli.

Artistica eclettica, ha sempre sperimentato tecniche, materie e supporti diversi, sovrintendendo e dominando tutte le fasi del processo creativo: realizza opere in pittura, ceramica, mosaico, vetrate, affresco, murales, sculture in terracotta. Ha vissuto attraversando tutto il ‘900 subendone influenza e fascino, attraversando correnti come il Futurismo, aeropittura, arte nucleare, pop art, concettuale, transavanguardia, ha saputo prendere ispirazione da ogni corrente spesso anticipando tempi e segni,  dominando stili e tecniche ha saputo creare uno stile personale dal tratto inconfondibile forte e deciso, dando un contributo personale all’arte soprattutto come  donna protagonista in un secolo di rivoluzione culturale e sociale…

La svolta avviene nel 1978 quando va in Brasile dove rimane per un anno e allestisce una grande mostra che riscuote un grande successo. Al rientro nel 1979 si dedica alle vetrate e alla ripresa della pittura», si legge nei suoi profili biografici, anche on line. Nota a Salerno anche per aver realizzato pannelli ceramici, a sfondo marittimo, sulle facciate  dello storico Istituto Nautico poi abbattuto per il Crescent e poi in parte recuperati nel 2016 nell’attuale ISS “Giovanni XXIII”, ha partecipato  a mostre personali e collettive in Italia e all’Estero; ha esposto a Napoli, Taormina, Milano, Firenze, Catania, Bruxelles, Londra, Lugano, Francoforte, San Paolo del Brasile, Tokyo, Montecarlo, ricevendo premi e riconoscimenti sia in Italia ( ad es.: Faenza, Ischia, Milano, Napoli, Roma ecc.) che all’estero (ad es. Bruxelles e Montecarlo).

Diana Franco ha vinto il “Premio Agropoli, Prefettura di Salerno, Concorso nazionale 1971”, con la seguente motivazione: «negli anni Sessanta e Settanta si dedica ad opere di abbellimento architettonico, nella convinzione secondo cui l’arte ha una missione pedagogica e culturale attraverso cui diffondere e mantenere la cultura»;

I pannelli ceramici di questa artista, che decorano la facciata dell’edificio del I Circolo Didattico “Gino Landolfi” di Agropoli, e che  recano, appunto, la sua firma e la data dell’opera (1971) , sono stati realizzati ai sensi della  legge 717 del 1949, nota come quella del 2 per cento, che prevedeva la realizzazione di opere d’arte negli edifici pubblici di nuova costruzione.

Tra questi pannelli ceramici, realizzati dalla nota artista Diana Franco, e situata sulla facciata principale d’ingresso della scuola del I Circolo Didattico “Gino Landolfi” di Agropoli,  un po’ coperta dagli alberi  che ne nascondono la visione,  vi è un’opera che rappresenta S. Francesco che predica ai pesci.

L’Associazione Spirito Francescano si è fatta promotrice, nel costituito “Comitato” delle “Celebrazioni dagli 800 anni dalla ‘Presenza’ di Frate Francesco ad Agropoli e dall’incontro con S. Daniele Fasanella”, di valorizzare e rendere pienamente visibile l’opera con la rimozione degli alberi che ne ostacolano la fruizione, illuminandola opportunamente e corredandola con un’aiuola floreale nella parte sottostante.

A tal fine, il Delegato alla Cultura del Comune di Agropoli, Franco Crispino, parte integrante del “Comitato”, si è subito attivato con la Direzione Didattica, nella persona della Dirigente dr.ssa Anna Vassallo, che ha espresso prontamente il suo parere favorevole all’iniziativa che consentirà una migliore visibilità  e la piena valorizzazione dell’opera.

“Confidiamo che con l’impegno del Delegato alla Cultura, Franco Crispino, possiamo, in tempi brevi, offrire alla piena godibilità della Città quest’opera, sia per il suo accertato valore artistico che per la connessione  con il nostro “Progetto” di valorizzare i simboli della “Presenza” di Frate Francesco ad Agropoli”, fa sapere il presidente dell’Associazione, Germano Rizzo. “L’opera, lo ricordiamo, installata nel lontano 1971 e “velata” agli occhi di noi tutti, potrà essere ammirata sulla facciata della Scuola elementare nel cuore di Agropoli”.

Sull’artista, ormai novantenne che vive a Napoli, il dott. Antonio Capano, membro del comitato,  ha assunto informazioni per il tramite della figlia, l’artista Manuela Capuano, che alterna la sua vita tra l’Italia e l’Inghilterra, che ha manifestato sorpresa e compiacimento per la nostra iniziativa; e ha dato la disponibilità ad un’eventuale possibilità di accompagnare la madre ad Agropoli in occasione dei lavori che consentiranno la piena visibilità dell’opera”.

infocilento.it

Le piastrelle artistiche stabiesi

La “stabianità” illustrata da una serie di piastrelle decorate.

Le piastrelle artistiche stabiesi sulle quali è apposta la numerazione civica degli edifici cittadini, da numerosi anni richiamano con garbo, semplicità e realismo, l’attenzione su scorci e simboli della città di Castellammare di Stabia.

Opere dell’artista partenopea Diana Franco, le piastrelle artistiche offrono un microracconto di facile fruizione per cittadini, turisti e passanti occasionali.

E’ quello che oggi rischiamo di perdere, a causa della progressiva sostituzione delle vecchie piastrelle dei numeri civici (presenti all’ingresso degli edifici stabiesi), con i freddi e stereotipati numeri moderni.

Una peculiaritĂ  che per numerosi anni ha caratterizzato la cittĂ  delle acque, del castello, degli scavi archeologici, del cantiere navale, ecc. ecc.

Con la presente galleria di immagini, i curatori intendono salvaguardare ed omaggiare le piastrelle ancora presenti e che per anni ci hanno tenuto compagnia dando un tocco di colore artistico alle strade e ai vicoli cittadini, un patrimonio che giorno dopo giorno va riducendosi per la mancata lungimiranza e l’imponderata leggerezza di qualcuno.

Maurizio Cuomo – liberoricercatore.it

Appello per un’opera di Diana Franco

Il pannello (foto in evidenza), della dimensione di 12 metri quadri, è un mosaico che, dal 1967 e fino a pochi mesi fa, decorava l’ingresso dell’Ufficio tecnico erariale di Via De Gasperi a Napoli.

L’autrice, Diana Franco , è stata allieva, a Perugia, di Gerardo Dottori (Perugia, 1884-1977), pittore italiano della corrente futurista, firmatario del manifesto dell’Aeropittura.

La Franco, a Napoli, si è formata alla scuola del grande ceramista Giuseppe Macedonio, con cui ha realizzato la decorazione della fontana Esedra della Mostra d’Oltremare, progettata da Carlo Cocchia.

Recentemente, il pannello in questione, su cui c’è un vincolo della Sovrintendenza, è stato smontato e riposto in qualche deposito, poiché l’edificio deve essere abbattuto.

Rischiamo di non vederlo piĂš esposto?! Potrebbe distruggersi per incuria?

Apprendo dai social che, interpellato dalla figlia della Franco, legittimamente preoccupata della sorte del mosaico, l’assessore alla cultura e al turismo Nino Daniele si è mostrato propenso a trovare una collocazione idonea a un’opera di tale valore, forse in una delle stazioni d’arte della Metro.

Pare che l’assessore abbia inoltre garantito che giovedì 18, alle ore 11.00, al Maschio Angioino, terrà una conferenza stampa in cui parlerà delle tante opere d’arte che attualmente a Napoli versano in uno stato di abbandono e che sono a rischio di distruzione.

Luciana Pennino – NapoliFlash24

Conferenza stampa

MASCHIO ANGIOINO

Giovedi 18/07/19 alle ore h.11.00 si terrĂ  la conferenza dell’assessore Nino Daniele, in cui esporra’ note dolenti sullo stato di abbandono e distruzione di opere d’arte pubbliche, a rischio anche opere di Diana Franco.

Inaugurazione del restuaro del Pannello Decorativo dell’Istituto Nautico Giovanni XXIII

PuraCultura – La Cermica Ritrovata

Ecco l’articolo apparso su PuraCultura a cura di Enzo De Vita…

Restauro del Pannello Decorativo dell’ Istituto Nautico Givovanni XXIII

100 artisti al Castel dell’Ovo, mostra d’arte e fotografia per il crowdfunding

100 artisti al Castel dell’Ovo, mostra d’arte e fotografia per il crowdfunding #SOSPartenope de “Il Mondo di Suk”

Una “chiamata alle arti” per Napoli, per la sua storia, per le sue tradizioni, per la sua promozione sul territorio nazionale. È quello che avverrà dal 7 al 17 aprile 2017, nelle sale espositive del I e II piano del Castel dell’Ovo, che ospiteranno l’evento/mostra d’arte e fotografia “SOS Partenope. 100 artisti per il libro della città”, un’iniziativa a cura del portale e casa editrice ilMondodisuk in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, per sostenere e finanziare il progetto di crowdfunding che vuole tradurre in italiano il libro di Jean-Noël Schifano “Dictionnaire amoureux de Naples” (Dizionario appassionato di Napoli).

In esposizione ci saranno i lavori di oltre 100 artisti, di differenti generazioni, italiani e stranieri, pittori, scultori e fotografi, che hanno risposto con grande entusiasmo al progetto, donando una propria opera che sarĂ  data successivamente in premio, attraverso un sorteggio, a coloro che parteciperanno alla donazione con quotazione fissa per il crowdfunding.

Leggo tutto l’articolo su Napoli Art Magazine

SOS Partenope – 100 artisti per il libro della cittĂ  (Castel dell’Ovo 7-17 Aprile 2017)

Ecco il link all’evento che si terrĂ  al Castel dell’Ovo, dal 7 al 17 Aprile 2017. Accorrete numerosi!
Comune di Napoli

Alleghiamo anche l’elenco degli artisti sostenitori , il link del progetto che è sulla piattaforma Meridonare
https://www.meridonare.it/progetto/sos-partenope
e quello dei nostri social dove troverete le loro opere e la loro biografia
https://www.facebook.com/groups/amicidelmondodisuk/?fref=ts
https://twitter.com/ilmondodisuk
https://www.instagram.com/p/BRsBa7QlG05/ilmondodisuk

Per visionare i contenuti di quanto detto nella conferenza stampa a Palazzo S.Giacomo, del15 febbraio, dove è intervenuto JeanNoel Schifano vi rimando a www.ilmondodisuk.com – SoS Partenope: una chiamata alle arti per tradurre il “Dizionario appassionato di Napoli” firmato Schifano di Italo Pignatelli.

SOS PARTENOPE_lettera di consegna ed invito

SOS Partenope_informazioni

elenco artisti partecipanti senza contatti

sos partenope - 100 artisti per il libro della cittĂ 

“Le Cinque Stelle – Cinque artiste dal tocco delicato e di animo sensibile”

GALLIPOLI – Appuntamento di prestigio con la cultura e l’arte pittorica, promosso dal Comune di Gallipoli, dall’Associazione Culturale Gallipoli Nostra, dalla Pro-Loco di Gallipoli e dalla sezione locale della Fidas. Sabato 18 aprile (ore 19 – ingresso libero) sul palco della Terrazza del Lido San Giovanni di Gallipoli, presentazione de Le Cinque Stelle di Cosimo Perrone…

Continua a leggere l’articolo su Giornaledipuglia

Le Cinque Stelle - Cinque artiste dal tocco delicato e di animo sensibile

Biennale di Pontecagnano

Arte “made in Sud” a Pontecagnano Faiano: dopo il taglio del nastro, la Biennale ha aperto ufficialmente i battenti. Ernesto Sica, sindaco della cittĂ , e Vittorio Sgarbi, curatore del Padiglione Italia della 54esima edizione dell’Esposizione internazionale d’arte della Biennale di Venezia, hanno inaugurato la sezione Campania della mostra…

Continua a leggere l’articolo su la Repubblica

La testimonianza di Diana Franco, Fondazione Valenzi

Ricordo con molta simpatia la figura di Maurizio Valenzi una persona molto affabile, con un bagaglio culturale pieno anche di ricordi. Alcune volte si parlava del suo passato trascorso in periodo di guerra, altre volte si parlava di arte e di commenti sulla cittĂ . Ho sempre stimato Maurizio per la sua leale onestĂ . Alcune volte passava al mio studio di pittura, forse proprio per il bisogno di disegnare…

continua a leggere l’articolo su fondazionevalenzi.it

Tesi di Laurea “L’arte di Diana Franco dalla cermaica all’assemblaggio metrico” di Vera Peretti

Ecco la tesi di laurea di Vera Peretti su Diana Franco: “l’arte di Diana Franco dalla ceramica all’assemblaggio metrico”.

La Repubblica: Vita e carriera di Diana Franco tra pittura, mosaici e ceramica

Una mostra e un libro dedicati alla carriera di Diana Franco, artista e ceramista legata all’ architettura di Napoli sin dagli anni Cinquanta. Da Tullio Pironti (palazzo Bagnara, piazza Dante 89), alle 17.30, inaugurazione della personale (aperta fino al 19 aprile) e presentazione del catalogo monografico “Diana Franco, architettura e decorazione” a cura di Rino Palma, con l’ autrice e Fabio Mangone. Nel ricco volume edito da Pironti di circa duecento pagine, si ripercorrono alcune tappe fondamentali dell’ intenso e variegato percorso artistico di Diana Franco…

Continua a leggere l’articolo su: la Repubblica

Diana Franco, l’Artista del novecento e oltre

Da Eduardo Alamaro, dalla conferenza “NOVECENTO e OLTRE”. Rassegna di artisti campani tra memoria e presenze. DIANA FRANCO”, alla Libreria Guida di Napoli il 14 marzo 2012.

Leggi l’articolo su Micfaenza.org

Diana Franco – EduEDA

Apertura della pagina dell’Artista su EduEDA (The EDUcational Encyclopedia of Digital Arts).

Diana Franco: Cerimonia di conferimento dello “Scugnizzo d’oro” 2015

DIANA FRANCO: CERIMONIA DI CONFERIMENTO DELLO “SCUGNIZZO D’ORO” 2015

“Scugnizzo d’Oro” 2015, per il settore ARTI FIGURATIVE a Diana Franco

Il 24 Ottobre 2015 alle ore 16.00 nella sala congressi dell’Hotel Naples in Napoli, avrà luogo la cerimonia del cinquantenario di fondazione dell’Edizioni 2000, organo ufficiale di stampa dell’Accademia di Alta Cultura Europa 2000. In tale occasione avrà luogo anche il conferimento dello Scugnizzo d’Oro 2015.

La manifestazione si svolge con l’adesione della Presidenza della Repubblica e del Senato, con tutela del Ministero dei Beni e della Attività Culturali.
“SCUGNIZZO D’ORO” è un Premio rivolto ai settori: Cultura, Letteratura, Teatro, Giornalismo, Cinematografia, Scienze, Medicina, Arti figurative e Istituzioni Rappresentative.

Diana Franco Scugnizzo Oro 2015

Spazio all’Arte : Incontro con l’artista

Presso il 1° Circolo Didattico di San Giuseppe Vesuviano, insieme al Comune di San Giuseppe Vesuviano si è tenuto il 29 novembre 2016, un’incontro con l’artista Diana Franco in occasione dei 50 anni dal dono dell’artista al Comune, nel 1966.

L’occasione è stata sede di un confronto e di un dibattito sull’arte e sulle varie opere dell’artista a cui hanno preso parte anche li sindaco, l’assessore alla cultura, l’assessore all’edilizia scolastica ed il dirigente scolstico dell’istituto.

Incontri con l’Artista: DIANA FRANCO Manifestazione organizzata per il ritrovamento di un grande pannello futurista dell’artista Diana Franco, dipinto nel 1966 per la Scuola ​1° Circolo Didattico di San Giuseppe Vesuviano​. Evento promosso dalla Preside e dal Comune per omaggiare l’artista Diana Franco, prof.ssa di pittura, disegno, ceramica e Arti visive, ripercorrendo la sua lunga carriera artistica e le tante opere che tuttora abbelliscono il territorio della regione Campania, di Napoli e del mondo intero. Interverrano il Sindaco, l’Assessore alla Cultura e autoritĂ  competenti. L’invito è aperto al pubblico

Leggi gli articoli su Ilmediano e reportweb.tv e Gazzetta di Napoli

ReportWeb.tv : Spazio all’arte

“Spazio all’arte”: nella scuola ristrutturata dei Rossilli l’incontro con l’artista Diana Franco

L’evento è promosso dal Primo Circolo Didattico in collaborazione con il Comune di San Giuseppe Vesuviano

 

Leggi tutto l’articolo su ReportWeb.tv